18 °Premio Città di Angri al Maestro Caio Gracco

Riconoscimenti per il giornalista Rai Michele Giordano e per la “Tenzone Dantesca”

È il Maestro d’Arte Caio Gracco l’”Ambasciatore Culturale del Territorio”. Il popolare Artista Angrese riceverà l’importante riconoscimento sabato 18 dicembre nell’ambito del Premio Città di Angri. La cerimonia, lo ricordiamo, si svolgerà interamente online a causa del persistere della pandemia di coronavirus. Definito l’artista della luce, Gracco da giovanissimo, dopo aver frequentato l’Accademia di Napoli, lascia la natìa Angri e si trasferisce prima a Parigi dove ha <<la fortuna di incontrare la fine dell’esistenzialismo nutrendosi dello spirito e della sua visione>> e poi a Torino dove lavora come bozzettista con Armando Testa e come fotoreporter con Indro Montanelli. Oggi, dopo aver esposto nelle principali gallerie italiane come Gianferrari, Barbaroux, Pater di Milano, Pino Casagrande di Roma, in musei e spazi istituzionali, come Palazzo Durini, Pan-Palazzo delle Arti di Napoli oppure al Festival dei due mondi di Spoleto, vive e lavora in Puglia. Un riconoscimento speciale andrà al giornalista RAI Michele Giordano. Il cronista dell’agro nocerino sarnese, figlio di una vittima innocente della camorra, narra quotidianamente, in maniera sempre lucida ed obiettiva, tante storie del territorio che spesso hanno a che fare col malaffare e con la malavita. Dopo Giuseppe De Caro ed Enzo Perone, il premio per la categoria “informazione” va, quindi, di nuovo ad un cronista che quotidianamente entra nelle nostre case tramite i TG della RAI. Encomio particolare sarà assegnato alla Professoressa Teresa Staiano – Dirigente Scolastico del II Istituto Comprensivo di Nocera Inferiore. Il Didactics Award andrà alla Preside per aver ideato la Tenzone dantesca”, vale a dire una gara nazionale di memoria poetica, tesa ad appassionare i giovani alla “Commedia” dantesca. La competizione, giunta alla sua XIII edizione, si inserisce a pieno titolo tra le iniziative che mirano a promuovere la cultura dell’eccellenza, la cui valorizzazione costituisce proprio l’essenza del Premio Città di Angri. La prima finalità che si propone la tenzone dantesca è quella di far acquisire agli studenti la consapevolezza che, attraverso la conoscenza, la consapevolezza e la conservazione della memoria storica degli “Antiqui mores”, si forma la coscienza del cittadino di oggi e di domani e si realizza la piena adesione al presente, che è slancio verso il futuro. Un’intuizione geniale che dal nostro territorio si è diffusa rapidamente in tutte le scuole d’Italia e che ogni anno, porta nell’Agro Nocerino studenti provenienti da tutte le Regioni. Un’Eccellenza del territorio che si incastra perfettamente col tema 2021 del Premio Città di Angri che è inserito nel filone delle manifestazioni organizzate per ricordare il 700° anniversario della morte del Sommo Poeta. L’appuntamento con la cerimonia di consegna premi – esclusivamente online – è per sabato 18 dicembre alle ore 10.30.

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *